Scambi europei

Progetti di volontariato europeo: cosa cambia con il covid?

Il covid ha impedito la possibilità di viaggiare sia in Italia che all’estero per diversi mesi, ma finalmente ora, grazie anche all’andamento positivo della campagna vaccinale, si può tornare a farlo in sicurezza. Oggi vi parliamo di come è cambiato l’approccio all’interno delle opportunità di viaggio tramite i servizi di volontariato europeo quali youth exchanges, ESC e training courses. 

E’ importante subito dire è che tutti questi progetti, dopo uno stop forzato, sono ripartiti e sono centinaia le opportunità che ogni mese vengono proposte ai giovani cittadini europei. Ovviamente alcuni aspetti dell’esperienza sono stati modificati, ma ciò non diminuisce assolutamente l’enorme valore sociale, formativo e divertente che portano con sé. Ecco a cosa prestare attenzione quando si decide di fare un progetto europeo:

  1. Fare un tampone PCR o test rapido nelle 72 ore precedenti all’inizio del progetto. Tutte le compagnie aeree e gli stati richiedono un test di questo tipo per permettere l’ingresso di cittadini stranieri non ancora vaccinati, ed inoltre anche quasi tutte le ONG che si occupano del coordinamento dei progetti chiedono ai loro partecipanti una prova che dimostri di non essere positivi al COVID in quel momento.
  2. In caso siate già vaccinati con entrambe le dosi potete scaricare in pochi click il green pass dal portale di regione Lombardia e ciò vi garantirà la possibilità di viaggiare in sicurezza in tutta l’unione europea.
  3. Un’altro step raccomandato, anche se solitamente non obbligatorio è quello di stipulare una piccola assicurazione che vi coprirà durante il periodo del progetto.
  4. Molto utile è prendere contatti con L’ONG che organizza il progetto per chiedere informazioni specifiche sulla situazione generale della pandemia in quel determinato stato e sulle restrizioni applicate nel periodo della vostra percorrenza. Nella maggior parte dei progetti queste informazioni vi vengono fornite in modo automatico al momento dell’accettazione della vostra candidatura.
  5. Portare con sé una mascherina riutilizzabile del gel igienizzante. questi tools vi serviranno durante i momenti di attività al chiuso ed è bene essere sempre preparati ed averli a disposizione.

Volete sapere di più sulle opportunità all’estero interamente finanziate dall’unione europea? Venite a trovarci al nostro sportello oppure contattateci via email, al nostro numero di cellulare o sui nostri social, saremo felici di darvi tutte le informazioni per permettervi di fare questa fantastica esperienza.